martedì 5 giugno 2012

Cosa si mangia in Cina?

Un’altra lunga assenza per motivi di studio mi ha tenuta lontana dalle pagine del mio blog e da voi cari lettori, ma vorrei recuperare il tempo perduto con un lunghissimo racconto (in due parti) su ciò che ho assaggiato in Cina durante un viaggio di qualche mese fa… buona degustazione a tutti! :-)

Quando viaggio cerco di scoprire qualcosa che prima non conoscevo e mi piace trovare ogni volta qualcosa di nuovo e di diverso da casa mia. La cucina locale è una di quelle cose che più mi incuriosiscono di un paese e che mi permettono di avere una visione d’insieme sulle tradizioni del posto, soprattutto quando si tratta di un paese lontano come la Cina… Per questo motivo, anche questa volta, come ho già fatto con il post sulla cucina americana e quella thailandese, voglio iniziare a raccontarvi del mio viaggio in Cina iniziando proprio dal cibo.

In questo post ci sarà una carrellata di piatti tipici (alcuni molto lontani dai nostri “gusti” quindi attenzione a chi è debole di stomaco!), mentre ho tralasciato due specialità che vi svelerò nel prossimo racconto…

La cucina cinese è ormai abbastanza conosciuta in tutto il mondo… riso alla cantonese, spaghetti alla piastra, pollo fritto e ravioli al vapore, sono soltanto alcuni dei piatti più famosi e ordinati da noi italiani nei ristoranti cinesi. Quando finalmente sono andata in Cina per un viaggio durato quasi un mese, la sorpresa è stata scoprire che la vera cucina cinese è proprio tutt’altra cosa: nuovi sapori, molto diversi da quelli a cui ero abituata in Italia… sapori forti, speziati, piccanti e dolciastri; poi il modo di cucinare… ovunque, con ogni mezzo, in enormi pentoloni e wok, sul fuoco, alla piastra, al vapore, sulla brace e sotto ai sassi roventi!



Ma ciò che ti fa rendere conto di quanto sia diverso questo enorme paese dal nostro, è la varietà infinita di cibi “commestibili” perché in Cina si mangia veramente di tutto… praticamente tutto ciò che respira! Il riso è sempre accompagnato da carne o pesce insieme a verdure e tante cipolle; i noodles sono di riso o di soia, bolliti o fritti in padella. La carne (e quando dico carne, intendo proprio TUTTI i tipi di carne…) si mangia stufata o stracotta, ammorbidita da saporiti sughetti, ed è sempre presentata in tavola tagliata a pezzi per poter essere presa comodamente con le bacchette.


Esistono anche vari tipi di quello che noi chiameremmo “pane”, una sorta di focaccina morbida di varie forme come questi curiosi paninetti a forma di fungo (assaggiati in un ristorante di Xian, la città del famoso Esercito di terracotta) o come le croccantissime schiacciate di farina e sesamo cotte alla brace sotto una copertura di sassolini neri (nella foto qui sotto si vede il braciere accanto all’uomo che sta preparando la sfoglia di pane, lungo una strada di Pingyao, nella regione dello Shanxi a nord della Cina).


Lungo le strade, sia nelle grandi città che nei piccoli paesi, si trovano carretti ambulanti o cucine di fortuna dove degli abilissimi cuochi preparano cibo d’asporto per tutti i gusti (in Cina si mangia un po’ dove, come e quando capita) e a prezzi molto economici. E’ facile trovare una enorme varietà di spiedini d’ogni genere: dai classici spiedini di carne alla brace (molto simili ai nostri arrosticini abruzzesi di castrato) come quelli del mercato notturno di Luoyang (nella regione di Henan, Cina centrale), agli spiedini più fantasiosi di uova di quaglia (frittatine sagomate in appositi stampini rotondi, trovate nel quartiere musulmano di Xian) o ancora spiedini di verdure (a Yangshuo, nella regione meridionale del Guangxi), fino agli spiedini più “estremi” di animaletti vari come bachi da seta, scarafaggi, millepiedi, scorpioni, ippocampi e stelle marine trovati nel night market di Pechino (ma non posso raccontarvi nulla sui sapori di questi ultimi non avendo avuto il coraggio di assaggiarli!!)…






Non potevano mancare le fritture di pesce, soprattutto nelle zone costiere o fluviali, come gli ottimi granchi e gamberetti che ho gustato durante la crociera sul fiume Li tra Guilin e Yangshuo.
Ho voluto provare anche qualcosa al gusto di gamberi… giusto per spezzare l’attesa prima di entrare nella città proibita di Pechino: i “prawn crackers”, patatine fritte confezionate di sapore molto simile alle famose nuvolette di gamberi che sono un classico antipasto dei nostri ristoranti cinesi, ma di cui in Cina non v’era traccia (probabilmente non sono così diffuse come pensavo).




Per finire… i dolci! Frutta candita e frutta secca sono all’ordine del giorno, come spuntino alla fermata dell’autobus o merenda veloce, confezionati in colorati e minuscoli sacchettini, un frutto diverso per ogni colore. In una bancarella di Hangzhou (a un’ora di treno da Shanghai) ho trovato dei cestini di riso nero dolce, mentre praticamente in ogni negozio di dolciumi si trovano le confezioni monodose dei Mooncakes (i “dolci della luna”, tradizionali durante la festa di metà autunno, ma diventati un classico dolcetto portafortuna per tutto l’anno) fatti con fiori di loto, farina di sesamo, fagioli e tuorlo di uova d’anatra.
Una vera opera d’arte da mangiare sono dei leccalecca fatti di caramello, sagomati con la stessa tecnica del vetro soffiato in diverse forme di animali.


Ovviamente in Cina ci sono anche i gelati, di nostra produzione, ma rivisitati per il mercato cinese come la Viennetta allo stecco che ho gustato con molto piacere per rinfrescarmi durante un giretto sul lago di Hangzhou.



… e visto che mi piace concludere con un contrasto, non poteva mancare una foto dell’onnipresente McDonald’s che spicca davanti ad un edificio tradizionale di Xian… anche questa è la Cina!!

Al prossimo post!! :-D

32 commenti:

  1. Un post gustosissimo, Francesca! Finalmente sfatato il mito del monopolio degli involtini primavera! Io sono un'amante della cucina cinese doc e detesto la frittura commerciale da take away americano (certo che però, la viennetta allo stecco... yummy!!!). Questo post dà davvero valore e dignità alla tradizione culinaria dell'estremo oriente!
    Complimenti, un abbraccio!!
    C.

    ___
    http://thetraveleater.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Costanza! Ahahahaha è vero.. ora che ci penso non ho assaggiato nemmeno un involtino... c'erano troppe altre cose buonissime da provare!
      Un caro abbraccio :-)

      Elimina
  2. Sto facendo colazione in queto momento ma mi hai fatto venire una fame!!!!Vorrei fosse già pranzo! :D Bellissimo post! adoro la cucina asiatica (anche se la giappa, the real one, non si batte!!) Un bacione!


    the-travelbook.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucia! Anch'io adoro tutta la cucina asiatica e devo dire che anche la vera cucina giapponese va ben oltre il sushi con piatti veramente ottimi!

      Elimina
  3. credo che farei molta fatica con il cibo in Cina. ma il tuo viaggio deve essere stato di un tale arricchimento che sei riuscita a incuriosirmi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh per molti piatti ho fatto fatica anch'io e non ho avuto il coraggio di provare molte cose... ma è stato interessante osservare aspetti molto distanti dalle nostre abitudini proprio per arricchire l'esperienza di viaggio.
      Felice di averti incuriosita un po'.. :-)

      Elimina
  4. Come hai detto tu, anche per me il cibo e' una maniera ottimale per capire un po'della cultura e delle usanze di un paese. Infatti, una delle prime cose che faccio quando visito una nuova citta'/paese, e' quella di visitare il mercato del posto. Mi piace molto la cucina cinese, e' cosi' diversa dalla nostra che alcuni sapori sono cosi' inconsueti che mi fanno letteralmente rimanere...a bocca aperta :-)
    Belle anche le foto ma toglimi una curiosita': hai provato lo spiedino di scorpioni ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho un debole anch'io per i mercati locali, danno subito un quadro generale della cultura del paese.
      Lo spiedino di scorpioni no... mi è bastato assistere al morso di un ragazzo e vedere la sua faccia falsamente compiaciuta!! ahahahah

      Elimina
    2. Non sai cosa ti sei persa!!

      Elimina
  5. ciao francesca!aspettavo un tuo nuovo post, hai sempre cose bellissime da raccontare! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lauren! E' bello sapere che ho dei lettori affezionati come te.. Ora ti aggiungo anch'io su Bloglovin! :-)
      Baci

      Elimina
  6. ah ho notato che hai bloglovin, ti seguo! seguimi anche te se vuoi ;)

    RispondiElimina
  7. Francesca, bentornata! E' sempre un piacere leggere i tuoi post e ammirare le tue foto! Questo tuo racconto mi ha incuriosito ed affascinato... aspetto il seguito, in ambito culinario e non! Intanto in bocca al lupo per i tuoi ritmi serrati con un forte abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sei sempre gentile ed incoraggiante.. nel prossimo post ti farò ingolosire con un piattino succulento..
      Crepi il lupo.. i ritmi in effetti sono sempre più serrati ma ce la sto mettendo tutta!! :-D

      Elimina
  8. ciao Francesca, sono Chiara del blog "La Voglia Matta" ho cercato la tua mail ma non l'ho trovata, potresti scrivermela a ch.giglio@gmail.com, dovrei chiederti una cosa..grazie e buon we....

    RispondiElimina
  9. Ciao Francesca, bentornata. In realtà conosco poco la cucina cinese, a parte i soliti piatti. Però con gli elenchi che hai fatto un po' mi spaventa e con quel "tutti tipi di carne" mmmmh ancora di più. Condivido la predisposizione per assaggiare i cibi del luogo visitato... non tutto tutto. :) Ciao cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziana! Infatti ho evitato di specificare i vari "tipi" proprio per non spaventare, ma ogni paese ha le proprie tradizioni e cerco sempre di osservarle nel modo più oggettivo possibile..
      Ciao e a presto!

      Elimina
    2. Hai perfettamente ragione, è lo spirito stesso del viaggio: conoscere. E' una regola che comprende anche come si mangia. Riesci molto bene a documentare quanto hai visto. Un saluto

      Elimina
  10. Francesca sono le 00.13 e mi hai fatto venire una fame!!!!
    Io adoro la cucina cinese ma sicuramente non è come provarla sul posto!
    Un bacione grande
    Veronica

    http://veronicamapelliphotography.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vorrei scatenare la fame a quest'ora, ma in effetti la voglia di cucina cinese per me è quasi costante!!
      Un bacione

      Elimina
  11. ciao! è un pò che non passavo di qui e come sempre ho trovato un bellissimo post!
    a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Selene! Anch'io devo recuperare un po' di passaggi da te, sono rimasta indietro a causa dei tanti impegni di questo periodo.. Baci e a presto!

      Elimina
  12. ma che bel post, carissima Francesca! oltretutto per me molto interessante perchè in agosto andrò in Cina e a Bali e sinceramente non oso pensare a quello che mangerò come carne!
    un bacione grande!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di averti fatto gustare in anteprima qualche piatto cinese... vedrai che non avrai nessuna brutta "sorpresa" se non esplicitamente richiesto! :-)
      Un bacione

      Elimina
  13. WOW!!! What an interesting display of food... I will be visiting my first Asian country next week and your pictures got me so excited of my own trip :D

    http://www.ladyonaroof.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. What a pleasure to make you so happy of your first trip in Asia! Enjoy your stay! :-D

      Elimina
  14. awesome photos! & great blog - I really love looking through all your photos :D definitely going to follow you

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks so much for your beautiful words, Tiffany! I really like to show a part of my life through these photos!
      Welcome among my followers :-D

      Elimina
  15. nemmeno io sopporto i gladiatori...ma sono troppo trash! andavano fotografati!

    RispondiElimina
  16. Adoro la cucina cinese ... in cina!
    ho vissuto (risparmiando) mangiando "per strada"
    ... spettacolare.... mercato notturno di pechino? serpente!, anche se un pò grasso..... o le cartilagini bollite di Kashgar....e poi noodles agrodolci!!! ... unico posto della cina (?) dove si mangia male: tibet.
    splendido post
    ciao

    RispondiElimina
  17. Brand name sketches as well business logos suggest each of our
    dedication to outstanding, sustainable pieces of art
    which usually work well by working with mutually Pottery
    and as a result Linen accessories. Downtown And even cruise directors implementation Three-dimensional desktop photos as well as , Three
    gadgets, though they assist Animations sun glasses to manufacture a
    on-line sensation in fact , moving by the bilities they may decor.

    Thought you can create seriously isn't needed like a micro-wave inside your that they can certainly promote a separate quite bigger date after they now don't seem like utilizing our own cookware about and then expenditure
    many hours sweat when compared to a foodstuff. a
    definite. Mister. Loads of knowledge but also guides
    can be used for creating the youngster give hit invitations.
    You probably and pursued make use of different teeth whitening trays,
    you can add pizza boulders, embedding timbers or
    just leaving lava boulders and then bake that this french fries at right hotness for one set term.


    Have a look at my web-site :: Florencia Hornik

    RispondiElimina