lunedì 30 aprile 2012

I mille volti di Bangkok...

Dopo il primo post sui templi di Bangkok in cui ho già parlato dei tanti contrasti di questa città, in questo post voglio mostrare proprio quegli aspetti che più mi hanno colpita e sorpresa. Un aspetto particolarmente evidente è la profonda differenza tra la ricchezza ostentata dalla monarchia, dai templi dorati e dagli edifici istituzionali, contro la povertà di gran parte del popolo che vive dentro fatiscenti baracche di lamiera costruite lungo i canali.

Le condizioni igieniche sono scarse, fanno eccezione alcune zone residenziali e le aree a più alta concentrazione turistica; la rete fognaria è molto carente anche a causa delle continue inondazioni e delle piogge torrenziali che si abbattono su quest’area. I Monsoni tropicali colpiscono Bangkok soprattutto di notte e sono di una intensità spaventosa, come mi è capitato di vedere dalla finestra del mio hotel al 20° piano… da lì riuscivo a vedere la potenza del vento che spostava ogni cosa, incluse quelle povere baracche sotto di me… mentre io ero lassù al “sicuro”, consapevole della mia impotenza su questo penoso divario sociale.

Bangkok è anche un mix di architetture e di stili diversi, di vegetazione e di strani frutti venerati come divinità, di mestieri inventati per vivere e di mestieri antichi trasformati in sfruttamento… di mestieri illeciti, di gente che ti offre ogni cosa al giusto prezzo, di gente onesta e di gente pericolosa, di gente pronta ad accompagnarti ovunque per pochi soldi.
Forse la bellezza di questa città sta proprio nella sua contraddizione, nella diversità dei suoi luoghi e del suo popolo che, nonostante tutto, ha sempre un sorriso da offrirti… senza chiederti nulla in cambio!












Un caro saluto a tutti e arrivederci al prossimo post! ;-)


19 commenti:

  1. Si, dalle tue bellissime fotosi capta un divario enorme della società, ed è appunto tutto ciò che la rende Bangkok...buon viaggio e che il vento non ti spazzi via!

    http://carried-by-the-wind.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ragazzi!! Buon viaggio anche a voi, ovunque voi siate!! :-D

      Elimina
  2. Ciao Francesca, bellissimi scatti e soprattutto bellissima descrizione di Bangkok!
    Sorprendete, come dici tu, la differenza fra ricchezza e povertà.
    Altrettanto sorprendente il "clima" con cui vivono loro la giornata, sempre con un sorriso!
    Un bacione grande
    Veronica

    http://veronicamapelliphotography.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è una città piena di sorprese in ogni senso!!
      Un bacione anche a te!

      Elimina
  3. una più bella dell'altra *_*

    RispondiElimina
  4. BELLISSIMO POST!
    QUESTA CITTA' MI E' PIACIUTA DA MORIRE!
    BACI

    S.
    http://hipandchips.blogspot.it/

    RispondiElimina
  5. wow quanta gente nell'ultima foto!
    preferivo il post precedente ma apprezzo anche questo, brava!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh in queste foto c'è un bel po' di caos in effetti! Anch'io preferisco la parte più tradizionale, ma il mix di entrambe le cose ti fa apprezzare anche le "diversità" di questo posto...

      Elimina
  6. bellissimo post con delle splendide fotografie..
    bravissima Franci!
    leggo sempre con piacere il tuo fantastico blog.
    un bacione grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggere i tuoi commenti è sempre un immenso piacere!! :-D

      Elimina
  7. Bellissime fotografie Francesca!! Questo lato orientale del tuo blog mi affascina tantissimo, bravissima!
    ___
    http://thetraveleater.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Costanza! L'oriente mi ha sempre affascinato moltissimo...

      Elimina
  8. Eh si, e' proprio la citta'dei mille volti, ognuno puo' trovare cio' che cerca, sia legale che illegale. Bangkok merita di essere visitata almeno una volta nella vita. Per non parlare poi dei mille volti culinari.... mmmh, mi mancano cosi' tanto le bancarelle di strada di questa citta'. Devo dire pero' che ultimammente i thailandesi di Bangkok hanno perso un po' il sorriso che regna perpetuo ovunque in Thailandia.. sara' forse per alcune categorie di turisti che rovinano le altre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente sta svanendo la geniunità dei loro sorrisi proprio a causa di un turismo sbagliato (e molto spesso illegale...) che sta rovinando la loro cultura e la loro dignità. Spero che il popolo thailandese avrà la forza di risollevarsi riportando il giusto equilibrio sociale che merita!

      Elimina
  9. Anche io sono rimasta molto colpita dallo stacco che c'è tra povertà e ricchezza, non me l'aspettavo...onestamente è stato il primo paese povero che ho visitato, ma non mi aspettavo così tanto.
    Sono rimasta molto colpita dal nord dalle Thailandia, i bambini in mezzo alle strade...probabilmente non ero pronta a vedere determinate scene e ad ascoltare particolari racconti.
    Questo viaggio per me è stato anche una grande esperienza di vita in cui si vedono entrambe le facce della medaglia...
    bel post!!
    un bacione!!!

    RispondiElimina
  10. Risposte
    1. Sono immagini meravigliose, visitare Thailandia è veramente un sogno

      Elimina